Educazione e Istruzione

La scuola, insieme alla famiglia, gioca un ruolo centrale e insostituibile per la formazione dei cittadini di domani; per questo l’istruzione sarà uno dei punti fondamentali del confronto tra amministrazione pubblica e cittadinanza, attraverso un percorso condiviso e consapevole, punto di partenza di un’idea di città che per noi ha un valore primario. Daremo un contributo all’offerta formativa, come ad esempio sostenendo il tempo integrato. Nostro obiettivo oltre alla realizzazione di una nuova scuola media sarà l’adeguamento e l’ampliamento dei plessi scolastici di Marcon e delle sue frazioni (si pensi in particolare alla “Don Milani” e alla “Carducci”). Anche sul fronte degli asili nido c’è molto da fare, per questo attraverso contributi e convenzioni intendiamo attivare le giuste sinergie per attrarre nuove realtà sul territorio.

Viabilità e Collegamenti

In una città in continua crescita i collegamenti risultano vitali e devono essere adeguati di pari passo all’espandersi del centro urbano. Ecco perché vogliamo il completamento della bretella tra via Molino e via dello Sport per consentire finalmente una deviazione del traffico dal centro cittadino e la conseguente diminuzione dell’inquinamento atmosferico dovuto ai gas di scarico. Nostra premura sarà anche riaccendere la discussione a proposito dei servizi di trasporto pubblico, in concerto con i Comuni limitrofi e, eventualmente, con le realtà private. È necessario poi risistemare le tante strade danneggiate e usurate (per citarne alcune via Praello, via Firenze e via Venezia) e i numerosi marciapiedi. Puntiamo infine a migliorare e ampliare la rete ciclopedonale del Comune e i suoi collegamenti con le città di Venezia, Mogliano V.to e Quarto d’Altino, condizione essenziale per migliorare la qualità della mobilità marconese.

Arredo Urbano e Opere Pubbliche

Il completamento delle opere incompiute e la manutenzione degli elementi urbani vittime dell’incuria rappresentano un impegno naturale e dovuto per qualsiasi amministrazione. Nostra cura sarà realizzare finalmente un “parco diffuso”, mettendo a sistema le zone verdi presenti nel territorio. Porteremo avanti il piano di rinnovo dell’arredo urbano, senza trascurare gli spazi e i giochi per i più piccoli, in modo da consentire la piena vivibilità della città, la valorizzazione del centro abitato e la riqualificazione delle piazze e dei quartieri e le zone dimenticate, come l’area del campo di volo. Ci poniamo infine l’obiettivo di rendere Marcon una città realmente 2.0, attraverso infrastrutture di rete moderne quali la connessione internet via fibra e via Wi-Fi, utili anche per attrarre nuovi attori commerciali

Sicurezza e Ordine Pubblico

Sentirsi protetti tra le mura di casa così come a passeggio per le strade della propria città è un diritto di tutti, e per garantirlo crediamo sia necessario rinsaldare il patto tra cittadini, amministrazione e forze dell’ordine, impegnandosi tutti assieme per mantenere in salute la nostra città, ragionando anche su una nuova turnazione oraria per il presidio delle strade da parte dei differenti corpi. Proponiamo anche l’installazione di un sistema di telecamere per la videosorveglianza nei luoghi sensibili del nostro Comune, in sinergia con la Città Metropolitana di Venezia, una soluzione già applicata altrove e rivelatasi utilissima per sostenere le autorità nei loro compiti. Prevenzione e controllo non potranno mai mancare a Marcon.

Sostenibilità e Ambiente

Trovare un rispettoso equilibrio tra ecologia e sviluppo è una delle grandi sfide del nostro tempo, anche nel nostro territorio; per un corretto e consapevole utilizzo delle nostre risorse intendiamo perciò insistere sulla messa in sicurezza idraulica, anticipando ed evitando i tristi fenomeni di allagamento cui abbiamo dovuto assistere negli anni passati. Per quanto riguarda la gestione dei parchi e del verde pubblico, ipotizziamo un’associazione dedicata alla loro gestione, che possa snellire le operazioni e le pratiche; vogliamo poi portare a Marcon un piano di orti pubblici a disposizione dei cittadini, utili anche a formare una nuova consapevolezza ambientale. Indispensabile sarà valorizzare l’Oasi delle cave di Gaggio. Crediamo sia anche giunto il momento di ultimare la riqualificazione dell’area “Nuova Esa” andando inoltre alla ricerca di fondi europei a disposizione, risorsa utile ma dimenticata negli anni passati, e l’ex discarica ancora presente a San Liberale.

Commercio e Attività Produttive

Il commercio rappresenta una delle risorse fondamentali per l’economia cittadina. Ecco perché intendiamo potenziare questo settore attraverso specifiche misure incentivanti: sarà quindi avviato un processo di mappatura delle attività esistenti e del patrimonio immobiliare destinato ad uso commerciale. Vogliamo incoraggiare le realtà commerciali primarie per rivitalizzare tanto le aree centrali quanto quelle periferiche, e in questo senso l’amministrazione pubblica potrà concedere importanti incentivi a chi vorrà avviare nuovi esercizi commerciali, di somministrazione e di artigianato tipico, come anche a chi opera nel commercio sostenibile, con prodotti sfusi e da agricoltura certificata come i produttori agricoli: dall’agevolazione delle pratiche burocratiche attraverso il miglioramento dello sportello unico di riferimento, senza dimenticare il sostegno costante a chi già opera in città. Le zone industriali e il parco commerciale rimangono strategiche, andranno rivalutati i collegamenti ciclopedonali e viari.
Poter poi contare su collegamenti internet ad alta velocità e senza fili sarà un nostro grande punto di forza per attrarre soggetti esterni.

Associazionismo e Istituzioni

Un territorio vive e prospera grazie alla collaborazione di tutte le sue realtà, e con questa convinzione intendiamo offrire il pieno sostegno alle associazioni attive in città, che rappresentano un elemento insostituibile per la vita sociale della comunità con un netto rafforzamento del loro coordinamento. Per andare incontro alle esigenze dei più anziani stiamo valutando un ampio progetto di riqualificazione del centro di via della Cultura e delle sue attività. Siamo poi consapevoli che la nostra realtà risulta inserita in un contesto più ampio, che è quello della Città Metropolitana, a sua volta impegnata a dialogare con la Regione e lo Stato centrale: vogliamo perciò promuovere una più efficace collaborazione tra Marcon, i Comuni limitrofi e gli altri livelli istituzionali, e soprattutto intercettare le possibilità offerte da questa rete internazionale, dai bandi regionali ai fondi europei.

Politiche Sociali e Giovanili

La coesione sociale e un adeguato livello di welfare restano essenziali per una società in salute, ecco perché vogliamo incentivare ogni forma possibile di sostegno integrativo, di concerto con soggetti pubblici e privati.
Per i più piccoli ci impegneremo ad attivare il Consiglio Comunale dei ragazzi, portando le Istituzioni in un confronto reciproco con le nuove generazioni. Una particolare attenzione sarà anche riservata alle giovani generazioni impegnate in ambito sportivo e culturale, ma non saranno dimenticate neanche quelle strutture che permettono ai ragazzi di riunirsi e organizzarsi: crediamo sia quindi indispensabile rimettere finalmente mano al centro culturale “Fabrizio De André”, che oggi appare in forte bisogno di manutenzione, così come fornire alternative di vario genere ai giovani, tra sale prove e strutture sportive. Pensiamo infine sia importante il coinvolgimento degli anziani e dei cittadini tutti nella cura del bene comune.